La scelta di una nuova lavatrice è sempre un’operazione da effettuare prendendosi tutto il tempo necessario, poiché si tratta di un elettrodomestico che presenta un costo piuttosto elevato e dovrebbe garantire una durata discretamente lunga nel corso del tempo.

A lei vengono affidati tutti i capi del nostro armadio, da quelli più resistenti in cotone a quelli più delicati in seta, che hanno bisogno di essere trattati con la giusta dose di cura per risultare sempre morbidi al tatto anche dopo diversi lavaggi.
Numerosi sono quindi i paramentri da tenere in considerazione al momento dell’acquisto, così da assicurarsi un dispositivo che possa rispondere in pieno alle necessità specifiche e soprattutto soddisfare i bisogni dell’intera famiglia.

la classe energetica: ogni dispositivo di questo genere appartiene a una differente classe energetica, che viene accuratamente specificata sull’etichetta applicata al prodotto. Il consiglio è quello di scegliere sempre un modello appartenente a una classe alta, possibilmente la A, così da garantirsi un ingente risparmio in bolletta alla fine del mese e non incidere in maniera significativa sullo sfruttamento delle risorse non rinnovabili, che stanno iniziando a scarseggiare sempre di più sul nostro pianeta.

Un lavatrice che si serve della modalità Eco, infatti, saprà modulare di volta in volta il carico di acqua necessario, evitando così lo spreco che molti modelli di livello inferiore operano a ogni lavaggio. L’investimento iniziale è certamente superiore, ma i costi sono perfettamente ripagati da prestazioni di ottimo livello assicurate nel corso del tempo e da un consumo di energia elettrica decisamente inferiore a prima.

In questo modo sarà possibile effettuare anche diversi cicli di lavoro nello stesso giorno, lavando i panni di famiglie numerose senza che questo incida in maniera troppo significativa nel budget annuale prefissato.
Ponete quindi molta attenzione a questo parametro e non fatevi invogliare da una classe troppo bassa poiché il dispositivo sarà da questo punto di vista decisamente scadente.

il carico: le lavatrici possono contenere al loro interno un numero variabile di kg di carico, generalmente tra i 7 e i 10 kg.
La scelta dipende da quante persone utilizzano abitualmente il dispositivo, poiché un nucleo familiare numeroso avrà bisogno certamente di uno spazio maggiore per accogliere i propri abiti, mentre per un single sarà sufficiente il minimo della capienza.
Inoltre, maggiore sarà lo spazio interno e più importanti saranno le dimensioni del modello, quindi considerate bene l’area dove dovrete collocare l’elettrodomestico al centimetro, per evitare che una volta acquistato questo non entri nella sede preposta, che deve essere vicina a un rubinetto dell’acqua per permettere l’approvvigionamento idrico durante il funzionamento.

la rumorosità: una lavatrice eccessivamente rumorosa può risultare decisamente fastidiosa e disturbante del dialogo fra le persone o semplicemente della quiete tra le mura domestiche.
In tal senso sarebbe opportuno informarsi accuratamente dei dB a disposizione, così da non scegliere un modello che possa interferire con il proprio suono o arrechi disagio ai vicini di casa.
Spesso, infatti, a causa degli impegni lavorativi l’unico momento per poter impostare un ciclo di lavoro è quello della sera ma, se il dispositivo è collocato all’esterno, è essenziale che sia silenzioso per poter lavorare indisturbato per tutta la notte.

i programmi: ogni elettrodomestico, in base alla fascia di prezzo nel quale si inserisce, possiede una gamma più o meno ampia di programmi ai quali attingere per trattare il bucato nella maniera più corretta.
Esistono cicli classici dati in dotazione a ogni modello, come quelli relativi ai bianchi, ai neri e ai colorati, oltre a modalità più sofisticate dedicate ai delicati, alla seta o alla lana.

Attraverso i pulsanti e la manopola, inoltre, è possibile regolare i gradi necessari, la velocità della centrifuga e l’utilizzo di una funzionalità eco che modula la quantità di acqua da prelevare volta per volta.
Si tratta di una delle fasi più importanti della scelta, poiché determina cosa avremmo la possibilità di lavare e che tipo di bucato sarà possibile ottenere in base alle specifiche esigenze.

le dimensioni: sul mercato esistono una vasta gamma di modelli, che differiscono per peso e dimensione.
Le lavatrici compatte sono perfettamente adatte per contesti abitativi di scarsa metratura, da poter collocare in bagno e in cucina senza risultare sgradevoli alla vista o eccessivamente evidenti.
Se le esigenze di spazio sono davvero ridotte alcuni dei brand più blasonati offrono interessanti soluzioni create direttamente su misura, così da inserirsi perfettamente nel luogo previsto e ottemperare al proprio compito senza invadere la zona.

Se la vostra casa lo consente il consiglio è quello di optare invece per un dispositivo decisamente più ampio, che possa accogliere un carico superiore e soprattutto preveda un numero maggiore di funzionalità tra le quali poter scegliere.
Per le famiglie davvero numerose sono previste soluzioni decisamente fuori misura, che possano consentire di inserire di volta in volta più kg di bucato in una sola operazione.

il budget a disposizione: quando si acquista un elettrodomestico di questo genere è necessario attenersi al budget al momento a disposizione. Fortunatamente i rivenditori specializzati offrono soluzioni valide per ogni fascia di prezzo, tutte caratterizzate da una funzionalità di base di livello e da una serie di optional che possono essere aggiunti per impreziosire l’acquisto.

Il suggerimento, se possibile, è quello di operare un investimento iniziale che sia leggermente superiore, assicurandosi un modello top della gamma e prestazioni decisamente durevoli nel tempo. Inoltre, sarebbe opportuno informarsi dettagliatamente sul prodotto prima di procedere all’acquisto, verificando le caratteristiche di base e soprattutto se il rapporto qualità prezzo è di buon livello.
In tal senso un valido aiuto giunge dalle recensioni di coloro che hanno già avuto modo di testare la lavatrice, che possono riferire pregi e difetti e orientare gli altri utenti nella scelta o meno del modello.

il brand: il settore degli elettrodomestici è formato da numerosi colossi, leader da anni e punto di riferimento dei clienti affezionati, e dal marchi in ascesa, che hanno acquisito visibilità poiché garantiscono un buon rapporto qualità prezzo o propongono costi decisamente concorrenziali rispetto ai principali competitor.

Al momento della scelta sarebbe auspicabile affidarsi a un brand, storico o recente, che sia garanzia di affidabilità e professionalità, così da ottenere un modello capace di garantire ottime prestazioni nel breve e lungo termine.
Il grande marchio, infatti, difficilmente delude il proprio pubblico, poiché possiede decenni di esperienza sulle spalle e cerca sempre di migliorare la propria produzione linea dopo linea, così da ampliare il proprio target di riferimento e soddisfare anche gli acquirenti più esigenti.

Inoltre, il servizio clienti è di livello superiore e capace di rispondere a qualsiasi quesito pre e post vendita che venga posto dal fruitore. È molto importante avere sempre a disposizione un numero dedicato al quale affidarsi per risolvere le problematiche di poco conto e quelle decisamente più consistenti.

Lavatrice più venduta

Come scegliere una lavatrice per l’acquisto