I modelli di lavatrice sono davvero tanti, dunque al momento della scelta si devono avere idee ben precise sugli elementi da prendere in considerazione. L’importante sarà trovare un modello efficiente ma anche conveniente dal punto di vista economico, i consumatori medi infatti non vogliono spendere somme eccessive per un elettrodomestico di questo tipo.

Vediamo insieme quale lavatrice scegliere tra quella con la carica frontale o dall’alto, per comprenderne le differenze e i vantaggi. Abbiamo preparato per voi una guida affidabile per mettere a confronto le due tipologie di lavatrice più utilizzate dagli italiani, per poter acquistare un prodotto rispondente alle esigenze specifiche.

Quale delle due lavatrici è più semplice da installare e utilizzare ?

Tutti i modelli presenti sul mercato presentano delle modalità di installazione semplici e semplificate, non richiedono dunque tecnici specializzati. Le lavatrici a caricamento frontale possono essere impilate con altri elettrodomestici come le asciugatrici per poter ottimizzare lo spazio. Le metrature limitate, soprattutto degli appartenenti consentono di sfruttare lo spazio in verticale per recuperare funzionalità.

I modelli che però presentano una carica dall’alto sono generalmente più comode da utilizzare, poiché non ci si deve chinare per inserire i capi e raccoglierli una volta lavati. Infatti per i consumatori più anziani e quelli con problemi si consigliano sempre i modelli con la carica dall’alto, molto più comodi e con un’altezza che consente di evitare il problema di doversi piegare per aprire l’oblò. Per rendere più agevoli le operazioni di carico e scarico, si consiglia infatti di collocare nelle lavatrici con carica frontale delle pedane per sollevare l’elettrodomestico dal pavimento almeno di 30 centimetri.

A differenza dell’altro modello, quello con carica dall’alto permette di inserire dei capi anche a metà lavaggio o subito dopo l’avvio del programma, poiché lo sportello non si blocca durante il funzionamento.

Facciamo un po’ di economia

I consumatori sono sempre interessati ai prezzi dei prodotti, per questo motivo abbiamo deciso di valutare anche le differenze di prezzo dei due modelli. In genere le lavatrici con il caricamento frontale sono più costose rispetto alle altre, in quanto garantiscono delle prestazioni più elevate, sia in termini di efficienza sia in termini di qualità del lavaggio dei capi.

Anche se il prezzo iniziale può essere considerato elevato, rispetto al modello con la carica dall’alto, nel lungo periodo sarà possibile verificare come consente di risparmiare energia e ammortizzare la spesa fatta al momento della scelta. Le lavatrici con la carica frontale sono infatti costruite per avere una maggiore efficienza nei consumi di acqua. Secondo vari test effettuati su queste due tipologie di lavatrici, si ha avuto un risultato sorprendete: una lavatrice con carico dall’alto utilizza 40% di acqua rispetto all’altro modello preso in considerazione in questa guida.

Vantaggi e svantaggi durante il lavaggio

Entrambi i modelli qui presentati presentano vantaggi e svantaggi, prendiamo ora in esame il momento del lavaggio per poter comprendere quale dei due si adatta meglio alle proprie esigenze. Un punto fondamentale da considerare è che non tutte le lavatrici con carica dall’alto sono uguali, infatti ne esistono nel mercato due principali tipologie: con o senza agitatore.
L’agitatore è semplicemente un meccanismo che si trova all’interno dell’elettrodomestico ed è in grado muovere il mix di acqua e detersivo in maniera tale che possa attraversare le fibre e rimuovere a fondo le macchie presenti nei tessuti.

Le lavatrici con carica dall’alto con agitatore sono molto comode, poiché consentono di fare il bucato in maniera più veloce, rispetto alle lavatrici con carica frontale. Questa è una caratteristica fondamentale per i consumatori che non dispongono di molto tempo da dedicare alle faccende domestiche e dunque anche al lavaggio della roba. Ma quelle che non dispongono di agitatore, chiamate comunemente ad alta efficienza, in realtà puliscono meglio lo sporco e possono lavare capi colorati utilizzando meno acqua.

In generale questa tipologia di lavatrici sono considerate meno delicate con i capi lavati, soprattutto quando i carichi sono eccessivi. Invece le lavatrici con carica dall’alto rispettano la composizione dei tessuti, sono delicate con le fibre e i capi colorati. Queste non presentano nessuna difficoltà nel lavaggio di capi ingombranti, come trapunte o cuscini, poiché non vengono interamente ricoperte dall’acqua, come avviene invece durante il lavaggio effettuato con lavatrici a carica dall’alto.

Altro punto a favore per le lavatrici a carica frontale durante il ciclo di lavaggio è rappresentato dal lavoro della centrifuga. I cestelli della centrifuga di questo modello ruota normalmente il 33% più veloce rispetto a quelli inseriti nelle macchine che vengono caricate dall’alto. Questo significa che verrà rimossa dai capi lavati una maggiore quantità di acqua, prima che i vestiti vengano estratti. I capi e gli indumenti asciugheranno più un fretta e saranno più leggeri da spostare per essere stesi o trasferiti nell’asciugatrice, altro elettrodomestico fondamentale in città.
Spesso la velocità della centrifuga causa però un eccessiva vibrazione e rumorosità, che molti modelli tecnologici hanno però eliminato.

Infine uno dei più grandi svantaggi delle lavatrici con caricamento dall’alto è il potenziale accumulo di sporco e muffa nella guarnizione dell’oblò, che può causare anche cattivi odori. Una regolare e corretta pulizia è necessaria per eliminare questi problemi che si presentano periodicamente in questo modello di lavatrici. Mentre il modello con la carica dall’alto non causa questi inconvenienti poichè non si verificano ristagni d’acqua al suo interno.

Quale modello di lavatrice scegliere?

In base alle caratteristiche e alle funzioni dei due modelli di lavatrice presentati nella nostra guida, non sarà difficile optare per il più adatto alle proprie esigenze, ma vogliamo ancora dare qualche consiglio.

Se si parla di qualità degli elettrodomestici, secondo i test effettuati risulta che la qualità di costruzione delle lavatrici con carica frontale è superiore, rispetto agli altri modelli con carica dall’alto. Se invece si parla si efficienza in termini di consumo idrico ed elettrico, si consiglia sempre un modello a carica frontale poiché capace di lavare meglio i capi risparmiando una grande quantità d’acqua durante ogni ciclo.

Come abbiamo evidenziato in precedenza, le lavatrici con carica frontale sono generalmente più costose rispetto ai modelli con carica dall’alto e le loro guarnizioni richiedono pulizia periodica e maggiore manutenzione. Per questo motivo le aziende consigliano sempre di posizionare gli elettrodomestici in ambienti arieggiato e tenere sempre l’oblò semi aperto, per evitare la formazione di muffa eccessiva.

Le lavatrici con carica dall’alto sono sicuramente più comode nelle procedure di carico e scarico, in quanto hanno a disposizione una vasca d’acqua ed è più semplici mantenerle pulite e asciutte, senza formazioni di muffa. Se si desidera avere una lavatrice veloce, con la possibilità di dedicare poco tempo alla pulizia è meglio optare per un modello con la carica dall’alto. Mentre per coloro che hanno più tempo da dedicare al lavaggio dei capi e voglio anche risparmiare dovranno scegliere un modello con la carica frontale.

Anche se è bene prendere in considerazione le esigenze specifiche per la scelta, che dovrà rispondere anche al gusto e al budget del cliente.

Lavatrice carica frontale più venduta

Lavatrice a carica dall’altro più venduta

 

Quale lavatrice scegliere tra la carica frontale e la carica dell’alto?